giovedì 13 luglio 2017

Vigliacco


Continua a leggere per il testo.



Vigliacco.
Lo senti lo strappo?
Perché mai dovresti,
quando pensi di essere giusto
nel modo in cui pensi?
Eppure il tuo modo
non lo stai seguendo.
Lo predichi a volte, ma mai nel suo intero,
perché hai paura di essere sincero
con te stesso.
Lo senti quel dolore,
che è mancanza di coraggio,
quando stai per ascoltare
dentro al tuo imballaggio
e hai paura che sia vera
quella voce che ti grida:
sei un giuda
con te stesso?
Lo senti il fallimento
quando pensi a cos'è un uomo?
Lo senti tu il freddo
quando rifiuti quel tuo dono
che è pensare?
Cos'è per te l'amore
senza
il giusto neurone che comunica con gli altri?
Cos'è per te l'amore
con
il giusto neurone che comunica con gli altri?
Vigliacco.
Perché tu questo sei: vigliacco.
Con quel tuo fiacco modo
di nasconderti in profondo,
per poi piangerti addosso
intento a cercare il tuo mondo.
Hai paura di ferire
e così ferisci gli altri
con la tua arroganza.
Hai paura di ferire
e ti ferisci dentro
con la tua mancanza
di essere sincero.
Quanto sarebbe invano
ordinarti a gran vigore:
raduna le tue forze e affronta le paure?
Quanto sarebbe sano
se accettassi il dolore,
il tuo e degli altri, di vivere giornate
vere?
Ma tu sei soltanto,
e nient'altro
che un vigliacco.

...

Nessun commento:

Posta un commento

Sii sociale e lascia un commento: un parere, un consiglio, una critica (costruttiva).